Stampa questa pagina

Suono & Hi-Fi - La riproduzione

Ora vogliamo ascoltare la nostra musica! Bene, ma come fare per ascoltarlo al meglio? I metodi e le apparecchiature inerenti alla registrazione di solito non ci interessano, lasciamo che siano i professionisti del settore ad occuparsene; ma la riproduzione avviene a casa nostra con nostri apparecchi, quindi è bene informarsi un pochino su quale potrebbe essere una soluzione ideale per ascoltare la nostra musica preferita...

Si fanno infinite disquisizioni su quali siano i sistemi migliori: CD contro vinile, MP3 contro nastri, ma alla fine sicuramente il risultato dipende dall’insieme delle apparecchiature e da cosa vogliamo ottenere. Anche qui è bene mettere a fuoco una cosa importante: qualsiasi componente della catena che abbiamo visto influisce più o meno NEGATIVAMENTE sulla qualità del risultato finale! Questo vuol dire che tutto, ma proprio tutto, dal microfono ai diffusori e anche l’ambiente d’ascolto in qualche modo DEGRADA IRREVERSIBILMENTE l’informazione sonora, nel senso che in qualsiasi apparecchio, il segnale offerto in uscita sarà comunque e in ogni caso di qualità inferiore rispetto al segnale in entrata a causa di distorsioni e disturbi inevitabilmente indotti dall'apparecchio stesso. Però questo non significa necessariamente che meno anelli ci sono nella catena meglio è. Per esempio ammettiamo che io abbia un riproduttore che per suo limiti o difetti mi fornisce una risposta non lineare in frequenza (cioè non riproduce tutte le gamme di frequenza allo stesso modo): a questo punto se utilizzo un equalizzatore (che serve a correggere proprio questo genere di problemi) probabilmente il risultato finale sarà migliore.

sinto 01 250x165Proprio per questi motivi è importante che i componenti siano in qualche modo equilibrati tra di loro. Certamente la qualità si paga, ma appare insensato spendere 1000 euro per un lettore CD-MP3 e utilizzare con lo stesso due diffusori scadenti da 100 euro. Infatti la stragrande maggioranza degli audiofili è d’accordo sul fatto che partendo da un budget di spesa per un impianto Hi-Fi buona parte debba essere destinato ai diffusori e il restante diviso equamente tra gli altri componenti.

In particolare voglio far presente che moltissima qualità si perde spesso utilizzando i sistemi di compressione tipo MP3, quindi occhio, ed evitate di comprimere troppo i file, visto che utilizzando questi sistemi anche nel migliore dei casi la perdita di qualità è rilevante, anche se non lo notiamo subito. Ricordate sempre che più è compresso il file, minore è la qualità..


Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Per approfondire:

TNT-Audio - rivista di HiFi online

Musica & Memoria

Wikipedia - Impianto Hi-Fi

Scopri perchè è importante sostenere Wikipedia!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo avviso, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.