atlante head 600x100

Suono & Hi-Fi - L’essenza del suono

Il suono, così come da noi percepito, è causato dalle vibrazioni generate da una sorgente sonora che, tramite l’aria o altro mezzo di trasmissione, giungono alle nostre orecchie. Più è alta la frequenza di tali vibrazioni, più il suono da noi percepito risulterà acuto. Semplice!
Eh no, così è troppo facile, queste cose le sanno anche i bambini!

Cerchiamo quindi di approfondire un pochino la cosa, anche perché è una cosa che ci riguarda tutto e sempre, in ogni momento della nostra vita. Ma andiamo per gradi: cosa si intende per vibrazione sonora? Sarebbe facile dire che si tratta di semplici variazioni di pressione, ma probabilmente per i più questo non significherebbe nulla. Però possiamo fare un esempio: se agitiamo la nostra mano in una vasca piena d’acqua vediamo il formarsi di onde; questo è più o meno quello che accade quando il suono attraversa l’aria (ma anche l’acqua o altri mezzi di trasmissione), solo che la frequenza (cioè il numero di onde a parità di spazio) è molto maggiore. Nella figura 1 potete osservare due semplici forme d’onda dove la seconda ha una frequenza doppia rispetto alla prima e che quindi all’ascolto risulta più acuta.

waves 01 500Figura 1

Ma come fa un corpo a vibrare? Tutti i materiali hanno un certo grado di elasticità, e quindi se sollecitati iniziano ad oscillare producendo un suono. Chiaramente esistono materiali più elastici, come per esempio il legno o certi metalli, che producono delle vibrazioni sonore maggiori di altri materiale la cui elasticità è inferiore, come per esempio il piombo. Un esempio facile facile è la corda di una chitarra, che se pizzicata incomincia a vibrare (o oscillare) a una determinata frequenza (o meglio frequenze, perché quasi sempre sono più di una).
Come più frequenze? Qui la cosa si fa complicata!
Considerate che ogni oggetto ha il suo particolare “timbro” acustico, composto dalla serie di frequenze sonore generate. Questo “timbro”, che rende il suono generato diverso da altri, è dovuto a molteplici fattori: materiali, dimensioni, forme, eccetera. Considerate sempre l’esempio della chitarra acustica: le vibrazioni si trasmettono dalla corda anche alle corde adiacenti, al manico e alla cassa acustica della chitarra stessa, e ciascuna di queste parti ha il proprio timbro che tra le altre cose viene ritrasmesso alle altre parti dello strumento. Infatti la stesse corde possono suonare in modo molto, molto diverso a seconda dello strumento su cui sono montate. E anche l’ambiente ha la sua importanza, tanto è vero che il suono della stessa chitarra cambia moltissimo se viene suonata in una piccola stanza o in un salone, ma questo lo approfondiremo nell’articolo dedicato agli ambienti d’ascolto.
Per ora chiudiamo qui, sperando di aver fatto un minimo di chiarezza sull’argomento. Chiaramente queste poche righe non possono essere esaustive sull’argomento, per cui vi segnalo alcuni link a fine pagina per chi volesse approfondire. Vi rimando al prossimo articolo “Le differenze”, che cercherà di fare un punto sulla distinzione tra suono, musica e rumore


Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo

Per approfondire:

https://it.wikipedia.org/wiki/Suono

https://it.wikipedia.org/wiki/Altezza del suono

https://it.wikipedia.org/wiki/Onda sonora

Scopri perchè è importante sostenere Wikipedia!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo avviso, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.